Sostegno, schede didattiche e autismo

21 Novembre 2021by Felicitous

Schede didattiche di sostegno per l’autismo

Con i software Felicitous e DidaBoard è possibile creare schede didattiche, anche per disturbi dello spettro autistico.

Nei disturbi dello spettro autistico si incontrano condizioni in cui le persone alle quali è stato diagnosticato l’autismo devono affrontare difficoltà a stabilire relazioni sociali, utilizzano il linguaggio in modo differente, a volte non parlano mostrando sintomi di mutismo, e presentano comportamenti limitati (oltre che limitanti anche nella quotidianità) e ripetitivi.

Questi disturbi possono anche influenzare la didattica e l’apprendimento scolastico che, il più delle volte, richiede un supporto tecnologico e facilitatori.

A differenza degli altri software oggi in circolazione, con Felicitous e DidaBoard è possibile creare vere e proprie schede comunicative didattiche multimodali anche per facilitare l’apprendimento: questo grazie alle innumerevoli funzioni che i due software includono al loro interno.

Felicitous e DidaBoard non vincolano la creazione delle schede in una griglia, non sarà necessario scegliere quante righe e colonne né pensare a quante di queste saranno necessarie per creare la scheda didattica (a meno di non voler creare una scheda omogenea).

Come iniziare la creazione di una nuova scheda didattica per l’autismo?

Una volta aperto il pannello di creazione/amministrazione, la prima operazione da fare sarà quella di selezionare l’utente (oppure crearne uno nuovo) nel quale salvare la scheda: per fare ciò è sufficiente cliccare sull’icona in alto a sinistra riportante l’immagine di due persone, come riportato nell’immagine qui a seguire menu-acp-felicitous, e successivamente:

  1. selezionare la scheda Griglie e poi il pulsante Crea se si intende creare una scheda con elementi omogenei (stessa grandezza per ogni riga e colonna): in questo caso il software creerà automaticamente N elementi in base al numero di righe e colonne che si sceglieranno;
  2. selezionare la scheda Celle e poi il pulsante Crea per creare una scheda con elementi non omogenei: in questo caso sarà possibile creare ogni elemento della scheda cliccando con il pulsante sinistro del mouse in un qualsiasi punto dell’area di lavoro centrale e, tenendo cliccato, trascinando il mouse fino a raggiungere la grandezza desiderata dell’elemento (in questo caso il software mostrerà un’anteprima dell’elemento di colore celeste, trasparente, che varierà di dimensione al trascinamento del mouse);
crea-griglia-omogenea-felicitouscrea-griglia-libera-felicitous
Una volta definiti tutti gli elementi base, sarà possibile iniziare a personalizzarli.
Per personalizzare ciascun elemento, dopo averci cliccato al suo interno, sarà sufficiente definire le sue caratteristiche utilizzando le funzioni come quelle di seguito riportate:
  • Scheda Celle: per inserire uno sfondo che potrà essere un disegno creato a mano libera, una immagine da file o una foto scattata con la fotocamera, una immagine scaricata dal web oppure un colore in tinta unita.
  • Scheda Stili Celle: per definire lo stile della cella, quindi caricare un modello di cella predefinito, definire il tipo di angolo, il bordo e le ombre;
  • Scheda contenuti: per inserire ulteriori contenuti alla cella (immagini oltre lo sfondo) e variarne la loro posizione nella cella oltre che dimensione;
  • Scheda testi, nella barra laterale sinistra: per inserire dei testi e personalizzarli nel colore, posizione, stile carattere e grandezza;

Completato questo passaggio non rimane che associare una o più funzioni agli elementi che diventeranno la parte attiva della scheda (Scrivi testo, Seleziona per spostare, Pronuncia testo, Carica nuova scheda, Torna indietro, Salva risposta al questionario … sono solo sei degli oltre 300 comandi selezionabili). Tutti i comandi si trovano suddivisi per categorie e raggiungibili nella scheda Comandi.

Nella Scheda Speciali saranno presenti le funzioni che renderanno “particolari” gli elementi che includeranno una o più di queste funzioni. Un esempio di funzione speciale: Salta Scansione dice al software di trascurare quell’elemento durante la selezione tramite sensori o con la funzione “trascinamento con selezione temporizzata con il touch o click del mouse”.

Per tutte le altre funzioni vi rimandiamo al manuale dei software oppure vi invitiamo ad iscrivervi ai nostri corsi, anche online, che di volta in volta vengono creati per insegnare come utilizzare alla perfezione i software Felicitous e DidaBoard.

Una volta creata la scheda sarà sufficiente premere l’icona di Salvataggio, la terza partendo da sinistra nella barra in alto menu-acp-felicitous, e, se necessario poiché essere la prima scheda dell’utente, impostandola come predefinita così da ordinare al software di caricarla immediatamente al caricamento dell’area utente/utilizzatore.

Cosa e quando?

riabilitazione neuropsicomotoria, logopedista e logopedia, psicomotricista, neuropisichiatra, docenti ed insegnanti e scuole, terapia occupazionale, terapie comunicazione, tecnologie ed ausili assistivi, comunicazione aumentativa alternativa, deficit e disturbi della comunicazione, riabilitazione comunicativa, deficit motori, cognitivi o del linguaggio, autonomia personale, ausili e tecnologie didattiche, comunicatore e comunicazione a 360°, autismo, dsa, bes, adhd, aba, rett, disturbi apprendimento, software comunicazione, strumenti ed ausili compensativi… [altri tags…]

intervista-felicitous
Contatti

Email: info@felicitous.it

Telefono & Whatsapp: +39 070 79 66 557

Urgenze: +39 324 803 77 16

Supporto e assistenza tecnica

dal Lun. al Ven. 09:00 – 12:30 e 15:30 – 18:30

L’impresa

SitSardegna.it di Giovanni Angelo Pinna
Via G. Marconi 122
09035 Gonnosfanadiga
provincia Sud Sardegna (SU) – Italia

Partita IVA: IT03926530928
REA: CA-306995

SitSardegna.it di Giovanni A. Pinna © from 2010 – sito web sviluppato da SitSardegna